The Weight of the Word di Martinello & Casentini

The Weight Of The Word

Piero Martinello & Piero Casentini

The Weight Of The Word - Piero Martinello & Piero Casentini
The Weight Of The Word - Piero Martinello & Piero Casentini
The Weight Of The Word - Piero Martinello & Piero Casentini
The Weight Of The Word - Piero Martinello & Piero Casentini
The Weight Of The Word - Piero Martinello & Piero Casentini

Dettagli Sulla Mostra:

The Weight of the Word è un esteso e approfondito lavoro di documentazione del fotografo Piero Martinello e dello storico Piero Casentini sui casi di eponimia di nove medici e ricercatori nazisti.

Un eponimo in medicina è un disturbo o una sindrome che porta il nome del medico che l’ha isolata e descritta. Gli eponimi in medicina sono numerosissimi e per i clinici è un grande onore vedere associato il proprio nome a quello di una patologia. Ancora oggi sono molti gli eponimi che perpetuano la memoria di medici che operarono durante il regime nazista macchiandosi di crimini e comportamenti eticamente disonorevoli e che arrivarono in alcuni casi a utilizzare i prigionieri dei campi di sterminio come cavie di laboratorio per le loro ricerche mediche. I successi scientifici di questi medici, che hanno portato alla scoperta di nuove patologie o comunque a un avanzamento della scienza medica, hanno però anche fornito un’immunità speciale a questi eponimi, e solo in anni recenti si è ritenuto opportuno rimuovere il nome del medico dalla denominazione della patologia.

La raccolta di materiale testuale e visivo proveniente da biblioteche e archivi o da testi medici ancora in uso, come nel caso dell’atlante anatomico di Pernkopf, ci permette di ricostruire la storia personale di questi medici, le loro ricerche, e, in alcuni casi, la damnatio memoriae che è seguita alla condanna del loro operato e delle loro responsabilità dirette. Il materiale documentale raccolto, che confluirà in un libro di prossima pubblicazione, orienta l’osservatore a una visione sinottica, per cui il legame tra la vicenda umana e biografica dei nove medici, i crimini da loro commessi e il successo scientifico da loro ottenuto viene ricucito, per impedirci di tenere separati la responsabilità umana, la metodologia medica e i successi delle loro ricerche. Il lavoro di Martinello e Casentini ci invita a riflettere sulla dimensione deontologica ed etica in ambitoscientifico e sull’immunità di cui a volte la scienza gode.

Tradurre in mostra The weight of the world è un’operazione rischiosa in quanto il materiale visivo raccolto possiede una forma attraente che può distrarci dalla sua oscura provenienza. Ed è questo un altro nodo che il lavoro incidentalmente affronta, e cioè come poter ricondurre le forme documentali visive a una storia circostanziata che possa contenere l’effetto di fascinazione che il documento isolato altrimenti esercita su di noi. La mostra vuole stimolare quindi la riflessione sull’unificazione delle cause e degli effetti, lì dove altrimenti vi sarebbe solo una disposizione a godere smemoratamente della forma.

Sull'autore:

(Italia, 1985) Martinello è un fotografo formatosi presso Fabrica, il centro internazionale di ricerca per la comunicazione di Benetton, dove ha lavorato per Colors Magazine. Il suo progetto Radicalia è stato inserito da Time Magazine nella lista dei migliori 30 libri fotografici del 2016, ed esposto a Les Rencontres d’Arles. Suoi lavori sono inoltre stati esposti presso Museion, Museo di Arte Moderna di Mosca, galleria Le Dictateur, Basilica Palladiana di Vicenza, Palau Robert di Barcellona, Espace Images di Vevey e Campbell House Museum di Toronto.

(Italia, 1986) Casentini ha studiato Storia all’università Cà Foscari di Venezia, dove si è laureato discutendo una tesi magistrale sulla rivoluzione del 1848. Svolge attività di ricerca e di divulgazione culturale. Ha collaborato all’Atlante nazionale delle stragi nazifasciste promosso da INSMLI. Ha scritto e pubblicato saggi e articoli apparsi su testate sia digitali che cartacee. Si interessa di storia, memoria, letteratura e arte.

Newsletter PhMuseum Days

Iscriviti per sapere quando i biglietti saranno disponibili e ricevere news del festival.

Utilizziamo i cookie per fornirti un servizio migliore e per scopi promozionali. Continuando a utilizzare questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie e accetti la nostra nuova politica sulla privacy.