State visualizzando l'edizione 2021 del festival. Vedi 2022

Human

Fabiola Cedillo

Human - Fabiola Cedillo
Human - Fabiola Cedillo
Human - Fabiola Cedillo
Human - Fabiola Cedillo
Human - Fabiola Cedillo

Dettagli Sulla Mostra:

Partendo da alcune domande esistenziali sul significato e l’essenza stessa della nascita, la fotografa ecuadoriana Fabiola Cedillo indaga il bisogno di riproduzione dell'essere umano che sia con un partner o in forma indipendente, in modo naturale o grazie alla scienza.

Il suo progetto Human osserva come le Tecniche di Riproduzione Umana Assistita (TRHA) abbiano portato cambiamenti nelle strutture familiari, creando nuove forme di legami sociali e di conseguenza alterando alcune nostre convinzioni. Al giorno d’oggi la nascita di un bambino è accompagnata, in alcuni casi, da diverse persone oltre alpadre e alla madre. Possiamo menzionare, ad esempio, il donatore di sperma, il donatore di ovuli o la donna che ha ospitato la maternità surrogata, senza contare i medici e i biologi.

Il TRHA ci mette di fronte a tematiche quali l’atemporalità, l'illusione, l'eternità e l'onnipotenza. Grazie a tecnologia e scienza possiamo far partorire una donna vergine. Siamo in grado trapiantare gli uteri negli uomini che possono così passare attraverso l'esperienza della gravidanza. Quando la scienza interviene ha il potere di creare un mondo sconosciuto in cui quello che appare come un controllo totale arriva paradossalmente solo fino a un certo punto.

In questo contesto Cedillo ci ricorda l'allegoria di Frankenstein presa come esempio per mostrare anche una certa perplessità verso ciò che lo sviluppo scientifico può comportare. Con l'avanzare della tecnologia ci troviamo di fronte a possibilità senza precedenti e difficili da prevedere. Viene quindi spontanea una domanda fondamentale al centro di questa ricerca. Fino a che punto possiamo osare?

Sull'autore:

(Ecuador, 1987) Cedillo è una fotografa ed educatore; ossessionata dagli esseri umani e dalla loro condizione, la sua ricerca si occupa solitamente delle loro emozioni e azioni, nonché del contesto in cui esse si sviluppano. Cedillo è stata nominata e ha ricevuto numerosi premi, tra cui il PHmuseum New Generation Prize, la Joop Swart Masterclass del World Press Photo, il Pampa Energia Fola Prize e il BJP Portrait of Britain. Il suo lavoro è stato presentato in vari festival internazionali, tra cui Copenhagen Photo Festival, San Jose Photo e Encontros da Imagem. Nel 2016, Cedillo ha autopubblicato il suo primo libro fotografico, Los Mundos de Tita, che è stato selezionato per il Latin American Photobook Award, il Photobook Bristol, il Belfast Photo Festival e il Kassel Dummy Award.

Newsletter PhMuseum Days

Iscriviti per sapere quando i biglietti saranno disponibili e ricevere news del festival.